mercoledì 22 giugno 2011

Beauty Case: I Pennelli

Ciao Ragazze

Ben tornate alla nostra guida passo dopo passo al make up! Oggi continuiamo con il parlare con un accessorio fondamentale per  applicare il nostro make up, stiamo parlando dei pennelli.

I pennelli possono essere in setola sintetica (più adatti all'applicazione di materiali utilizzati per gli effetti speciali) o in pelo naturale (più indicati per il trucco). In entrambi i casi è la lunghezza a determinare la rigidità: più il pennello è corto, più è rigido e quindi adatto a lavori di precisioni nelle linee (rispetto invece ai lavori di sfumatura).
I pennelli hanno una vasta gamma di forme (piatta, diagonale, lingua di gatto, a goccia, a punta) e varie misure e lunghezze, per rispondere ad ogni tipo di esigenza.
Quelli a lingua di gatto (ossia rettangolari ma con gli angoli tondi e i peli scalati) sono i più usati in quanto ideali per realizzare sfumature morbide con ombretti e matite (la forma tondeggiante è condizione necessaria per ottenere una buona sfumatura).

Spesso nei negozi per articoli da disegno e pittura si trovano bene molto più economici di quelli per il trucco, e si prestano benissimo anche all'applicazione dei cosmetici.
I pennelli possono essere a pelo morbido, usati per l'applicazione del blush, della cipria o delle terre, e a pelo rigido, utilizzati per interventi più precisi zone circoscritte del viso (per gli ombretti, labbra, correttore, ecc...).
Appena appoggiato sulla pelle, qualunque pennello rilascia una quantità maggiore di colore, ma poi allargandosi (grazie alla precisione che esercitiamo) consente di spandere e sfumare il colore.


Non esiste una regola precisa su quale per nello scegliere, in quanto ognuno si munirà di un determinato prodotto o attrezzo a seconda della manualità e della tecnica sviluppate nel tempo.
Per la corretta conservazione dello stato dei pennelli è consigliabile procurarsi un astuccio porta pennelli (simile a quelli usati dai gioiellieri).

I pennelli di base che non dovrebbero mai mancare nel proprio di beauty case sono i seguenti:

- Un pennellone grande (per la cipria)
- Un pennellone medio (per l'applicazione del blush arancio o rosa)
- Un pennellone un po' più piccolo (per le correzioni volumetriche)
- Un pennello a ventaglio (per rimuovere le impurità dal viso alla fine del make up)
- Un pennellino a punta diagonale (per riempire le sopracciglia o per l'eyeliner grafico)
- Un pennello a punta fine (per ricostruire le sopracciglia o per l'eyeliner infracigliare)
- Un pennello a lingua di gatto (per l'ombretto scuro)
- Due pennelli medi a lingua di gatto (uno per il correttore e l'altro per l'ombretto chiaro)
- Uno sfumino molto morbido a lingua di gatto (per l'ombretto scuro nei punti impervi)
- Un pettinino per sopracciglia
- Un pennellino a setole rigide (per la bocca)

In commercio ci sono sia set completi che pennelli sfusi e questi che vi ho citato sono solo alcuni dei pennelli base che ci servono per realizzare un make up completo, oltre ai pennelli, si possono usare altri prodotti per l'applicazione dei cosmetici come: spugnette per stendere il fondotinta, spugnette triangolari per applicare il correttore o sfumarlo come si deve e infine si possono usare le dita per stendere  fondotinta, ombretti, sfumare rossetti, sfumare e applicare blush e terre, ma soprattutto per applicare prodotti cremonesi.
Nella prossima puntata della nostra guida passo dopo passo al make up vedremo quali sono le luci ideali per illuminare il volto in modo perfetto e anche in modo di non avere contrasti tra la luce naturale e la luce artificiale.

Spero di esservi stata utile se avete qualsiasi tipo di domanda commentate pure.
Vi mando un bacione la vostra fatina.
Buon Makeup!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...